Istruzione Tecnica

L’istruzione tecnica forma una base culturale scientifica e tecnologica con risultati di apprendimento comuni a tutti i percorsi e specifici di indirizzo, con l'obiettivo di far acquisire agli studenti saperi e competenze necessari anche per un rapido inserimento nel mondo del lavoro.

Si utilizzano metodologie basate su didattica di laboratorio, analisi e soluzione dei problemi, lavoro per progetti.

I percorsi sono quinquennali e strutturati in modo da favorire il collegamento con il mondo del lavoro e delle professioni, con stage, tirocini e alternanza scuola lavoro.

A conclusione dei percorsi si consegue il diploma di istruzione tecnica e si può:

  • inserirsi direttamente nel mondo del lavoro;
  • accedere all’università;
  • continuare gli studi nel sistema dell’istruzione e formazione tecnica superiore;
  • continuare nei percorsi di studio e di lavoro previsti per l’accesso agli albi delle professioni tecniche.

I percorsi tecnici si articolano in:

  • un'area di istruzione generale comune che ha l’obiettivo di fornire ai giovani la preparazione di base (asse dei linguaggi, matematico, scientifico-tecnologico, storico-sociale);
  • aree di indirizzo che hanno l’obiettivo di far acquisire agli studenti sia conoscenze teoriche e applicative spendibili in vari contesti di vita, studio e lavoro, sia abilità cognitive idonee per risolvere problemi, sapersi gestire autonomamente in ambiti caratterizzati da innovazioni continue, assumere responsabilità per la valutazione e il miglioramento dei risultati ottenuti.

L'orario complessivo annuale è di 1.056 ore, corrispondente a 32 ore settimanali, comprensive della quota riservata alle Regioni e dell'insegnamento della religione cattolica

I percorsi hanno la seguente struttura:

  • un primo biennio articolato, per ciascun anno, in 660 ore di insegnamenti di istruzione generale e in 396 ore di insegnamenti obbligatori di indirizzo, ai fini dell'assolvimento dell'obbligo di istruzione e dell'acquisizione di saperi e competenze di indirizzo in funzione orientativa, anche per favorire possibili cambiamenti delle scelte degli studenti;
  • un secondo biennio articolato, per ciascun anno, in 495 ore di insegnamenti di istruzione generale e in 561 ore di insegnamenti obbligatori di indirizzo;
  • un quinto anno articolato in 495 ore di insegnamenti di istruzione generale e in 561 ore di insegnamenti obbligatori di indirizzo.

Ogni scuola può organizzare diversamente il piano di studi, entro certi limiti, con insegnamenti e opzioni previsti nel Piano dell’offerta formativa (POF).

Gli istituti tecnici collaborano con le strutture formative accreditate dalle Regioni nei Poli tecnico professionali, anche allo scopo di favorire i passaggi tra i sistemi di istruzione e formazione.